Invito per la torta: come gestirlo!


Nell’ultimo anno mi è capitato di essere invitata non per la cerimonia e il ricevimento, ma di ricevere un invito a parte (spesso più informale, anche via mail) per il taglio della torta. A parte il sospetto di essere stata invitata solo per le doti di “riempipista” e di party-maker – hey dai, una ragazza single in più non fa mai male a una festa! – sono sempre andata volentieri per alcuni semplici motivi:

1- puoi finalmente metterti il bellissimo vestito nero supersexy che ai matrimoni non si può usare;
2- puoi fare un regalo molto più contenuto in termini di spesa;
3- hai gli stessi vantaggi del “forseconoscoilmiofutromaritoalmatrimoniodiamici” con molti meno sbattimenti.

Detto questo, ecco alcune situazioni da evitare :
- invitare la gente a un taglio della torta a più di due ore dal paese in cui abitano: se già di per sé lo spostarsi implica costi di trasporto/regalo/pernottamento, invitarle per solo un paio di ore di festa è decisamente poco fair.
- invitare poca gente e fare poco casino: l’idea di dividere il prima e il dopo implica che il dopo sarà una vera festa con tanto con musica, drink e balli sfrenati fino all’alba. Se gli invitati per la torta sono pochi e l’alcol finisce presto, meglio evitare.

L‘invito per la torta va insomma gestito e organizzato, come tutti gli altri aspetti del matrimonio.

Organizzatevi quindi con il catering in modo tale che ci siano dolci e drink e con gli inviti in modo tale che i numeri siano quelli giusti per far partire la festa.

Twitter Digg Delicious Stumbleupon Technorati Facebook Email