Food e drink

Pensate alla parte bevande, per la parte cibo ricordatevi che si tratta di una festa, non di una cena!

Anche qui le decisioni vanno prese con un certo ordine.
La prima è: vogliamo offrire un pasto completo (cena, pranzo o brunch che sia) o degli stuzzichini accessori?

Cibo si o no

La differenza di spesa generata da questa scelta è elevata.
Per un pasto completo, che si va ad aggiungere alla parte delle bevande, anche in una versione fai da te o di pizza dovreste considerare un minimo di 20 euro a persona, per passare ad un’offerta media di catering cibo e bevande che e si aggira intorno ai 30 euro senza superalcolici fino a cifre comprese tra i 50 e gli 80 euro per un buon catering di vino e cibo che copra la serata.
Se decidete invece di pensare ad un dopocena, offrendo qualche stuzzichino dolce e salato, giusto per non lasciare gli ospiti a stomaco vuoto, potete considerare una spesa di qualche euro a testa per focacce, patatine, pop corn, torte salate, dolci  ecc.

Cibo sì: se avete più di 50 invitati pensate ad un catering

Se la vostra festa è diurna e gli invitati si aggirano intorno alle 30- 40 persone potete pensare ad un barbeque o a una “pizzata”, in qualsiasi altra situazione consigliamo  di contattare un panificio o una struttura ristorativa che vi fornisca cibo pronto e facilmente gestibile nel corso dei festeggiamenti (focacce, torte dolci e salate, pasta fredda, pizze etc.) nella versione più semplice, fino ai veri propri catering che vi possono offrire un ampio ventaglio di proposte più o meno abbondanti, più o meno nouvelle cousine e permettevi di valutare in base al vostro budget e di non pensare a nient’altro che a intrattenere gli ospiti nel corso della festa.

Bevande

Anche in questo caso c’è un nodo da sciogliere: la scelta tra quelli che potremmo definire “alcolici pronti” – vino, birra, amari – e i cocktail.
I primi prevedono una gestione minima e possono essere tranquillamente autogestiti, i secondi, se fatti in modo serio, richiedono la presenza di baristi professionisti.
Tenete conto che qualsiasi cocktail necessita di bicchieri, ghiaccio e “ingredienti” a disposizione.
Anche per i più semplici è giusto prevedere ghiaccio facilmente accessibile e sempre a disposizione, le bibite alla giusta temperatura e a portata di mano, i bicchieri e tutto il necessario.
In caso contrario si va nel caos!

Acquistate il ghiaccio da ditte specializzate

Fai da te tutto, ma non l’impossibile – se il numero invitati supera la trentina e avete in mente di offrire dei cocktail che richiedono del ghiaccio, il consiglio è di prenotare e farsi consegnare il ghiaccio in cubetti (potete tra l’altro scegliere la tipologia di cubetto (potete tra l’altro scegliere la tipologia di cubetto e allestire degli angoli drink in ceste riempite con ghiaccio e birre piuttosto che soda in bottigliette). Ricordatevi di predisporre dei cooler o un freezer vuoto in cui posizionarlo e cercate il distributore che fa per voi scrivendo “ghiaccio alimentare” (www.polonordice.it ha il ghiaccio classico in quasi tutta Italia, il catalogo di www.cubetto.com vi permetterà di vedere invece tutte le varianti: cubetti, spaccato, tritato, ma anche sculture e bicchieri in ghiaccio)

I pro dei baristi

Detto questo, considerate che la presenza dei baristi oltre a permettervi di offrire ai vostri ospiti dei buoni cocktail, garantisce una migliore gestione delle scorte e della preparazione dei drink, che spesso, se lasciata ai singoli degenera in caos, sporcizia e disordine!