Testimoni & Co.


Una volta scelti i vostri testimoni, comunicatelo agli interessati e fate in modo che si sappia in giro!

Eviterete domande imbarazzanti del tipo “Ma sai chi sono i testimoni?” fatta magari a chi pensa di esserlo ma non lo è o amici che si chiedono se saranno loro o meno, ma soprattutto ricordatevi che i testimoni diventano il punto di riferimento per le domande pratiche di tutti gli altri, dagli orari alla lista nozze, dalla tipologia di cerimonia all‘addio al nubilato/celibato.

Quanti devono essere?

Sia per il rito civile che per quello per quello cattolico, la legge richiede due testimoni, uno per lo sposo e uno per la sposa. I testimoni hanno valore civile, non è quindi richiesto in nessun caso che siano battezzati, cresimati o altro.
Il numero puo’ essere aumentato a piacimento, solitamente si vedono cerimonie con due o tre testimoni per parte, soprattutto in caso di cerimonia religiosa, dove possono firmare fino a due testimoni per parte e dove solitamente gli spazi (la chiesa) e i tempi (la cerimonia che dura oltre un’ora e lascia spazio a letture e intenzioni) danno spazio e  senso ad un numero di testimoni piú alto.

Come comunicarglielo?

Ci puó essere una comunicazione “comune” se i testimoni si conoscono e riuscite ad organizzare una cena, un caffè o un aperitivo esattamente con le persone a cui intendete chiederlo. Oppure personalizzata.
Non ci sono particolari consigli, accorgimenti…. l’importante è farlo con il giusto preavviso!

I regali per i testimoni

Per i testimoni è previsto un regalo diverso rispetto alla bomboniera. Si tratta solitamente di qualcosa di piú prezioso, sia in senso affettivo che nel senso materiale della parola.
Qualcosa che possa piacere e rimanere nel tempo a tutti i testimoni, sono a nostro parere le caratteristiche chiave.
Non si deve per forza trattare della stessa cosa. Di seguito qualche idea sui regali che potreste utilizzare.

Per tutti i testimoni
Un bel regalo unisex puó essere una fotografia o un’opera d’arte di un giovane artista che non abbia per questo motivo costi troppo elevati, una pianta (da evitare in caso di amici con poco pollice verde), un regalo per la casa che possa essere apprezzato e rimanere, come una lampada, un particolare piatto da portata, oppure un qualcosa collegato agli hobby di ciascuno soprattutto se questo é un aspetto che vi accomuna a loro (dalla racchetta da tennis, al borsone da viaggio).

Regali per LUI
Tra i classici segnaliamo: un orologio, dei gemelli, una cravatta, meglio se in qualche modo ricollegabili a voi ed apprezzati. Ci sono per esempio gemelli dalle forme piú strane: animali, simboli, colori etc., se pensate a qualcosa di simile verificate se realmente possa essere un regalo apprezzato o meno.
Sempre sul lato maschile, un’idea tecnologica puó essere un’ottima soluzione, sempre da verificare con il budget a vostra disposizione.
Un’idea un pó interessata ma sicuramente utile e apprezzata puó essere la cravatta da utilizzare proprio in occasione del matrimonio. In questo modo i vostri testimoni avranno un ricordo prezioso e si saranno tolti il pensiero sulla cravatta da utilizzare per la cerimonia.

Regali per LEI
Anche i regali che ci sentiamo di segnalarvi per le vostre “testimoni femminili” sono principalmente dei gioielli, dal bracciale agli orecchini, oggi é sicuramente possibile trovare gioiellieri orafi che creino delle soluzioni personalizzate anche a prezzi non eccessivi. Stará poi a voi scegliere un materiale piú o meno prezioso e di conseguenza la spesa richiesta.
Oltre ai gioielli, che rimangono i piú apprezzati, ci vengono in mente oggetti per la casa piú femminili, come un vaso per i fiori, oppure un accessorio che in qualche modo si ricolleghi voi.

I regali dei testimoni… meglio indirizzarli?

Se ritenete di potervi fidare, lasciate fare a loro. Se avete qualche timore in merito al regalo, tra l’altro di una certa importanza che potreste ricevere, ricordatevi che potete sempre indirizzarli.
In primo luogo ci sono le fedi. Potete decidere di comprarle voi o affidare il compito a uno o piú testimoni. In secondo luogo, potete comunque dire loro di non stare a scervellasi e di scegliere tranquillamente tra i regali in lista nozze oppure potete dare loro dei suggerimenti di massima.
Tenete conto che fare un regalo non apprezzato non piace a nessuno, figuriamoci in una situazione come questa dove la spesa é sicuramente significativa, quindi non fatevi remore a dare indicazioni e indizi.

Le damigelle

Se avete molte amiche, la soluzione damigelle, che poco si usa in Italia e molto negli Stati Uniti andrebbe riconsiderata.
I molti sono vari: le damigelle non hanno un limite numerico, permettono di coinvolgere chi vogliamo, anche con tempistiche diverse, sicuramente susciteranno una certa curiositá tra gli invitati e permetteranno a voi amiche di divertirvi sul lato organizzativo, con vestiti, accessori, fiori e quant’altro.

Come vestire le damigelle

Solo un consiglio: se le damigelle sono molto diverse fisicamente e la scelta di una tipologia di abito rischia di danneggiare particolarmente l’immagine di una rispetto alle altre, una soluzione carina ed intelligente puo’ essere quella di chiedere un colore ed una tipologia di massima di vestito a cui poi aggiungere un particolare uguale per tutte. Per esempio potete pensare ad una fascia di stoffa di qualsiasi colore (azzurro, pesca, verde acqua… l’importante che sia in linea con il matrimonio) da applicare in vita ad un abito per esempio blu scuro, oppure scegliere una stoffa e lasciare ad ognuna l’onere di crearsi l’abito piú adatto.