Fedi


La fede si porta all’anulare della mano sinistra: non sbagliate!

Probabilmente avete già in mente come sarà la vostra fede: nella speranza che l’idea della coppia coincida, date un’occhiata per scrupolo alle idee presenti sul mercato e scegliete insieme il simbolo della vostra unione.

Curiosità: la fede si indossa al dito anulare perchè secondo un’antica credenza proprio in quel punto transita una piccola arteria che arriva direttamente al cuore.

Di che fede sei?

Prima di iniziare la ricerca della fede che fa per voi studiate qualche termine tecnico: la fede classica si presenta regolarmente tonda e smussata, la francesina – tra le più scelte – è sottile e bombata, la mantovana è più alta e piatta e solitamente più pesante, l’unica o eternity ha uno o più diamanti incastonati, la tricolore o intrecciata è composta da tre cerchi intrecciati di oro giallo, rosa e bianco, la fede di platino è più costosa e meno diffusa. Sul sito UNOAERRE potete vedere una collezione completa e iniziare a farvi un’idea delle soluzioni possibili.

L’acquisto di una fede tradizionale può essere fatto in qualsiasi gioielleria, se invece desiderate qualcosa di più originale e personalizzato rivolgetevi a un artigiano orafo.

L’incisione

L’incisione all’interno della fede solitamente riporta la data del matrimonio e il nome del consorte, ma non è una regola: potete lavorare di fantasia e inserire i vostri soprannomi o scrivere una frase carina, ovviamente brevissima.

Il portafedi: cuscinetto o soluzione floreale?

Il cuscinetto portafedi viene spesso fornito con l‘abito, in modo da essere della stessa stoffa e dello stesso colore.
Se così non fosse, potete chiedere al gioielliere. Il modello classico è bianco con i laccetti per tenere le fedi.
Negli ultimi anni, oltre al classico cuscinetto, si é sviluppata la tendenza ad utilizzare dei  ”supporti floreali”: si tratta di un cuscinetto realizzato con i fiori al posto della stoffa o di un piccolo cestino floreale di cui potete vedere alcuni esempi nella galleria fotografica.