Libretto


Il libretto è un modo per condividere con gli altri la vostra idea di vita insieme.

Leggete e scegliete le letture più adatte a voi e alla vostra cerimonia.
Il libretto rappresenta il messaggio che gli sposi vogliono trasmettere sulla loro idea di coppia e di vita insieme. La scelta delle letture è molto importante e puó essere un buon momento di riflessione.

Le letture

Siete voi a dover scegliere le letture della Sacra Scrittura che saranno poi commentate nell’omelia, oltre a scegliere la forma con cui esprimere il consenso, le intenzioni, le preghiere dei fedeli e i canti. Tutto questo vi porterá alla creazione del libretto.
La Prima Lettura del matrimonio e la Seconda Lettura del matrimonio, sono selezionate una dall’Antico e una dal Nuovo Testamento, e vengono lette da persone da voi scelte (a cui dovete ovviamente comunicare la notizia) durante la messa.
Per quanto riguarda invece il brano tratto dal Vangelo, su cui solitamente si concentra poi l’omelia del parroco, il consiglio é quello di parlarne proprio con lui, soprattutto se é con lui che avete fatto il corso prematrimoniale.
E’ giusto insomma farvi una chiacchierata per fornire al parroco un’idea di voi e della vostra vita insieme, per aiutarlo nell’omelia a voi dedicata.

Un aiuto per selezionare le letture e realizzare il file: siti di settore e diocesi

I siti di settore, come lemienozze.it (che a nostro parere offre il servizio migliore), consentono di scegliere le letture e impostare il file del libretto, con tanto di copertina. Nel caso de lemienozze.it per poter usufruire del servizio è necessario registrarsi alla community.

Il sito della Diocesi di Bergamo (diocesi> famiglia> libretto nozze, guida alla creazione) offre la possibilitá di creare un file semplice e pulito, sia per il rito romano che quello ambrosiano, oltre a consentirvi di scaricare il file creato dalla Diocesi di Milano, che é strutturato in modo un pó diverso, perché é necessario scaricare un programmino, ma poi ha il vantaggio di consentire la visualizzazione di tutte le letture piú “famose” tra cui selezionare quelle prescelte e la possibilitá poi di creare il libretto stesso.
Una volta scaricato il vostro testo, potete impaginarlo, scegliere la copertina (solo testo o un’immagine) e portarlo dallo stampatore.

La stampa

Potete stampare il libretto dallo stesso stampatore degli inviti, per renderlo ancora più coordinato!
Se avete  un po’ di tempo o qualcuno che vi aiuta potete poi occuparvi voi della rilegatura finale, inserendo un nastro colorato, del colore prescelto per il matrimonio, tra le pagine.

In ogni caso, se decidete di abbellirlo con un nastro, o comunque volete rifinirlo voi, chiedete allo stampatore di piegare le pagine e mettervi due graffette per evitare libretti trapezioidali e fogli sparsi!
Per quanto riguarda la quantità calcolate circa un libretto a testa.

I libretti sui banchi

Qualcuno dovrà preparare la chiesa prima del matrimonio: date l’incarico a uno dei testimoni o a qualche parente affinchè i libretti siano posizionati sui banchi.